Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Comunicati stampa Buone le prestazioni dei piloti Drace sul tracciato della leggendaria Trento – Bondone

Buone le prestazioni dei piloti Drace sul tracciato della leggendaria Trento – Bondone

 

Il team Drace vedeva al via della tappa trentina del Campionato Italiano Velocità Montagna sei vetture, le quali hanno potuto contare sulla professionale assistenza messa in campo dallo staff della Giust Preparazioni e di Denny Zardo per affrontare al meglio i 17,300 chilometri della Trento Bondone, una competizione unica nel suo genere che conta la bellezza di quarantadue tornanti e più di centottanta curve.

La gara, valida anche per la massima serie europea, prendeva il via sotto un caldo sole estivo il quale, a metà pomeriggio, lasciava il posto ad un forte temporale che costringeva la direzione gara a sospendere le partenze proprio quando i concorrenti delle vetture CN erano pronti per lo start. Pioggia, vento e grandine hanno imperversato sul Monte Bondone per più di un’ora cambiato decisamente le carte in tavola in una domenica dove la scelta degli pneumatici si è rivelata decisiva per la conquista di un posto ai vertici della classifica.

Nel gruppo GT classe SuperCup, trovavamo al via il pilota di casa Dario Baruchelli al volante della Lamborghini Huracan ST. In gara, il driver portacolori della Pintarally Motorsport ha tirato fuori una grande grinta e ha concluso la sua salita conquistando il primato di classe ed il quinto posto assoluto di gruppo. Anche per Bruno Jarach è stato un buon fine settimana nonostante non sia riuscito a trovare il giusto feeling con la Lamborghini Huracan GT3 su questo tipo di tracciato. Il pilota vicentino ha comunque mantenuto fino alla fine un passo convincente che lo ha portato alla quarta posizione di classe GT3.

Subito alla ribalta il rumeno Horatiu Ionescu Cristea che, alla sua prima partecipazione alla classica trentina al volante della Ferrari 458 Challenge, si è messo in mostra dando ottimi segnali nel gruppo E2-SH dove ottiene il terzo posto e la vittoria nella classe oltre 3000.

Ancora un ottimo risultato per Denny Zardo: il portacolori della Best Lap, dopo uno stop forzato durante la prima prova del sabato per un problema al motore della Norma M20 FC Zytek ed un quarto assoluto nella seconda salita, in gara decide di prendere il via con gomme da asciutto sebbene il tracciato nella parte bassa risulti ancora molto bagnato. Una scelta audace quella fatta dal campione trevigiano che, con una grande prestazione riesce a limitare i danni e, nonostante la poca aderenza nei primi chilometri, sale a Vason facendo segnare un crono che lo porta fino al quinto posto assoluto e sul secondo gradino del podio di gruppo E2-SC e di classe 3000.

 

Tra coloro che non hanno concluso la gara troviamo il portacolori del Team Italia Amedeo Francescon con l’Abarth 1000 Bialbero che decide di non prender il via in seguito ad un guasto meccanico patito in prova ed il veloce Giovanni Ambroso costretto alla resa per la rottura del cofano anteriore della sua Osella PA20 di gruppo E2-SC 3000.

 

Cristina

Azioni sul documento