Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Comunicati stampa 45° Alpe del Nevegàl 17 – 18 – 19 maggio 2019

45° Alpe del Nevegàl 17 – 18 – 19 maggio 2019

45° Alpe del Nevegàl 17 – 18 – 19 maggio 2019

Nevegal 2019

L’edizione numero quarantacinque dell’Alpe del Nevegàl, terzo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna e del Trofeo Italiano Velocità Montagna, resterà nella memoria di molti: freddo e pioggia non hanno dato tregua per due giorni rendendo difficile lo svolgimento della manifestazione e mettendo a dura prova gli addetti ai lavori e i piloti.

È stata tuttavia la fitta nebbia scesa sul tracciato verso le 10 della domenica a causare le maggiori difficoltà portando alla sospensione della prima salita di gara, interruzione che si è poi protratta fino alle 16.30 quando finalmente gli ultimi concorrenti hanno potuto prendere il via. Data l’impossibilità di svolgere Gara 2, la Direzione di Gara ha optato per l’annullamento della stessa dimezzando di fatto i punti utili per il Campionato.

Cinque i piloti che per l’occasione si sono affidati all’esperienza del Team D Race per affrontare i 5.500 metri della cronoscalata bellunese.

Nella competizione riservata alle autostoriche, grande risultato per il trevigiano del Team Italia Amedeo Francescon che ha colto, dopo una gara tutta in crescendo, una brillante vittoria nel 1° Raggruppamento e nella classe GTS 1000 al volante dell’Abarth Bialbero.

L’esperto Bruno Jarach, che si presentava al via con la potente Lamborghini Huracan GT3, è partito con l’intenzione di accumulare esperienza e cercare il giusto feeling con la supercar, ma il tracciato viscido non lo ha di certo aiutato; per il vicentino comunque una buona terza posizione di classe GT3 e un sesto posto di gruppo GT.

Tante erano, invece, le attese della vigilia per il portacolori della Best Lap Denny Zardo che si presentava al via con la nuova arma del Team DRace: la Norma M20 FC Zytek gommata Pirelli. Dopo i 2 turni di prove era al comando della classifica assoluta. Purtroppo, il pluricampione trevigiano ha dovuto abbandonare anzitempo ogni velleità di vittoria a causa di un guasto elettrico che lo ha stoppato dopo un paio di chilometri dallo start.

Non hanno preso il via: Roberto Dal Cin che, con la De Tomaso Pantera di classe GTS oltre 2500, aveva ottenuto un buon riscontro cronometrico durante le prove, ed il rallista Giuseppe Erbetta il quale saliva per la prima volta sulla Porsche 997 GT3 Cup.

 

 

Cristina De Bastiani

 

Azioni sul documento